Fotografia di viaggio, consigli ed errori da evitare.Arriva l’estate e la valigia è pronta per partire in vacanza, oppure è solo il momento del viaggio nel fine settimana in quel luogo che aspetti da tanto: la fotocamera non può mancare. Putroppo a volte capita che il risultato delle tue foto non è quello che speravi, per mancanza di esperienza o per qualche altra ragione. Ci sono degli errori abbastanza comuni che commettiamo quando si fotografa durante un viaggio, ma con qualche consiglio si può rimediare e portare a casa delle foto migliori.

A meno che non ti accontenti delle fotografie fatte con lo smartphone, anche se ci sono modelli con fotocamere di ottima qualità, la macchina fotografica è sicuramente uno di quegli oggetti che non si possono assolutamente dimenticare a casa durante un viaggio. Se sei un buon fotografo dilettante, hai già pensato ad evitare alcuni di questi errori abituali che può commettere qualsiasi viaggiatore.

☑ Non pianificare il viaggio nei dettagli

Se non ti sei informato minuziosamente sui luoghi che visiterai, potresti trovarti in qualche situazione spiacevole. Immagina di visitare il Partenone di Atene o la Statua della Libertà a New York e capiti proprio nel momento in cui il sole è alle spalle del monumento, direttamente rivolto verso di te: in questo modo le foto saranno in controluce. Non puoi certamente decidere sempre tu il momento in cui fare le visite, ma se le foto sono una priorità del viaggio devi informarti nei particolari e organizzarlo al meglio. Adesso con internet è facile conoscere tutti gli orari per le visite, l’orientamento rispetto al sole, gli orari di alba e tramonto e se ci sono regole per le fotografie. Non dimenticare di fare anche una ricerca su Flickr e Instagram che può servirti da ispirazione.

☑ Portare troppa attrezzatura

Borsa fotografica Tarion.Questo è uno dei grandi dubbi quando c’è da pianificare il viaggio e potrebbe capire anche il problema inverso, ovvero di portarne troppo poca. Portiamo la borsa o lo zaino con tutto quello che abbiamo? La scelta può essere molto soggettiva e personale. Preferisci caricarti come un mulo per essere sicuro di avere a disposizione tutto quello che potrebbe servire o è meglio viaggiare più comodo e sacrificare qualcosa in qualità? La decisione dovrebbe essere tua, ma il consiglio è quello di non portare troppa attrezzatura, basta una piccola borsa con cui si può girare comodamente.

Borsa fotografica Tarion a tracolla in tela, su Amazon.

Treppiede flessibile da viaggio Rollei Monkey Pod.Assicurati di conoscere bene il funzionamento di tutto quello che vuoi portare, non importa che sia una fotocamera compatta abbastanza normale o una reflex con uno zoom luminosissimo. Conoscere a fondo la propria attrezzatura permette di sapere fino a che punto si può arrivare. Vuoi portare anche il treppiede? Per viaggiare leggeri è meglio lasciarlo a casa o sostituirlo con un treppiede di piccole dimensioni o un flessibile Gorillapod, che si può piegare ed utilizzare come sostegno nelle situazioni più disparate. In ogni caso c’è sempre la possibilità di usare elementi dell’ambiente circostante per sostenere la fotocamera.

Rollei Monkey Pod, leggero e flessibile per fotocamere, videocamere e smartphone.

☑ Non avere abbastanza memorie e batterie

Scheda di memoria Sandisk da 32GB.Anche se non è una cattiva idea acquistare una scheda di memoria ad alta capacità, ad esempio da 32 o 64GB, non commettere l’errore di non avere almeno una memoria addizionale con te. Le schede di memoria attuali sono molto affidabili, ma possono sempre rompersi o andare perse: meglio averne qualcuna in più di capacità inferiore che una sola di grande capacità, tanto occupano uno spazio piccolissimo.

Scheda di memoria SanDisk Extreme SDHC da 32GB, fino a 90 MB/sec.

Lo stesso vale per le batterie. Normalmente puoi anche scattare foto per un’intera giornata senza alcun problema con la batteria, ma se per qualche motivo si scarica prima? Una batteria di ricambio dovrebbe essere uno dei primi acquisti di accessori per la fotocamera. Se durante la giornata di viaggio non si è completamente scaricata, mettila comunque sotto carica quando ritorni al tuo alloggio, così il giorno successivo starai più tranquillo con due batterie completamente cariche e pronte a scattare.

☑ Non proteggere bene l’attrezzatura

È importante mantenere tutta l’attrezzatura in buone condizioni, con la borsa o lo zaino giusto per evitare possibili danni. Anche piccoli dettagli possono essere fondamentali per non perdere le fotografie scattate: tieni le schede di memoria in un contenitore adeguato ed attiva la protezione da scrittura quando le hai riempite. Se ne hai la possibilità, perchè hai portato in viaggio con te anche un tablet o un computer portatile, fai un backup su quel dispositivo o su un archivio online.

Cerca di non richiamare l’attenzione di ladri e malintenzionati. Il modo migliore per salvaguardare la tua macchina fotografica e tutta l’attrezzatura è avere una borsa che non richiami troppo l’attenzione, di un colore sobrio e possibilmente senza marchi famosi in bella vista. Se è possibile, usa qualcosa che non faccia capire subito “ehi qui dentro c’è una fotocamera costosissima pronta per essere rubata!”.

☑ Non avere la fotocamera sempre con te

Questo è un errore che si può commettere almeno per due motivi: il primo è proprio legato a quanto appena detto, le fotocamere sono un oggetto molto ricercato dai ladri che per sicurezza è sempre meglio avere con sé; il secondo motivo è che bisogna sempre essere pronti ad immortalare ogni momento del viaggio. Se non hai la macchina fotografica a portata di mano, rischi di perdere proprio quel momento unico per una foto incredibile che avresti voluto scattare.

Assolutamente non lasciare la fotocamera in auto, in estate la temperatura all’interno può superare i cinquanta gradi al sole. Portala sempre al collo, accesa e senza il tappo sull’obiettivo: se vedi qualcosa di interessante, puoi fotografare molto velocemente ed essere già pronto per lo scatto successivo in una posizione migliore.

☑ Scattare fotografie senza pensare

Non pensare prima di uno scatto è un errore molto comune da dilettanti. Per migliorare i tuoi risultati prendi tutto il tempo necessario per valutare la luce, spostarti dove si vede meglio la scena, comporre l’immagine inquadrata. È importante scegliere la migliori condizioni di luce, ma non sempre si può scegliere il momento in cui andare in posto o ritornarci. In ogni caso, le ore migliori sono quelle del mattino presto e della sera, quando la luce è morbida ed i raggi del sole arrivano con un angolo di circa 45 gradi. Al contrario, il momento peggiore è mezzogiorno, quando il sole è in alto.

Prenditi il tempo per comporre l’immagine ed evita errori elementari come mettere l’orizzonte nel mezzo della foto. Cerca anche di includere elementi che aggiungano interesse, anche come elemento centrale della composizione. È molto comune fotografare paesaggi o città senza che vi sia nessun elemento rilevante, producendo spesso immagini banali e insignificanti. Un bravo fotografo impiega gran parte del tempo ad osservare l’ambiente e le persone, spostandosi ed attendendo il momento giusto con pazienza.

☑ Non avvicinarsi alle cose e alle persone

Un altro errore comune delle fotografie di viaggio è quello di non farsi coinvolgere dalla scena ritratta nella foto, assistendo come uno spettatore lontano. Perciò muoviti, avvicinati, cammina e fatti coinvolgere dall’ambiente in cui ti trovi. Lo stesso vale per le persone e ritrarre la gente che si trova nel luogo del nostro viaggio può essere un’esperienza che lo renderà indimenticabile. Interagisci con loro, parla, cerca di conoscerli e chiedi il permesso per fare delle foto.

A volte può capitare di perdere la spontaneità del soggetto ritratto. Scatta e cerca di ottenere l’immagine che ti piaceva, se la persona si arrabbia chiedi scusa e chiedi il permesso di conservare la foto o di farne delle altre. Se in un posto è vietato scattare fotografie, non lo fare; se è vietato usare il flash, non lo usare. Se preferisci infrangere le regole e comportarti come se la cosa non ti riguardi, evidentemente sei un idiota.

☑ Esagerare con il flash

diffusore per flash universale pieghevole.È abbastanza comune vedere fotografi principianti che scattano in automatico e di conseguenza attivano il flash interno della fotocamera quando c’è poca luce. Il risultato non è buono perchè il flash è un elemento difficile da controllare e da valutare. Come regola generale è meglio tenere sempre il flash disattivato ed usarlo solo in casi particolari, possibilmente con un diffusore.

Diffusore universale pieghevole per flash pop-up integrato nella fotocamera.

Capita anche di scattare con il flash in presenza di superfici riflettenti come i vetri o gli specchi, con i pessimi risultati che possiamo immaginare. In questi casi cerca di riprendere la scena scattando di lato invece che frontalmente, ma è meglio evitarlo, aumentando gli ISO ed abbassando il tempo fino ad ottenere una foto soddisfacente e non mossa.

☑ Non imparare dagli errori

Se durante il viaggio rivedi le foto scattate e ti sembra che non valga la pena conservarle, non le eliminare e dagli l’opportunità di vederle meglio sullo schermo di casa. Quando lo fai, cerca di capire il motivo per cui il risultato della fotografia non è quello che avevi previsto. Forse dovresti imparare meglio la tecnica, dovresti conoscere di più la tua macchina fotografica o forse per qualche altro motivo. Fai autocritica, cerca di capire cosa sbagli ed in futuro avrai fotografie di viaggio migliori e più belle.